Se c’erano dei dubbi sull’affidabilità e sul talento di Carnesecchi, la partita di questa sera tra la Dea e il Sassuolo è servita a toglierne tutti ai (forse) rimasti scettici. Questa sera, durante il recupero del primo tempo, sull’1-0 per la Dea, è stato fischiato dopo un check al VAR un calcio di rigore a favore del Sassuolo per un tocco di mano con braccio sinistro largo in area da

Sono 6 i risultati utili consecutivi dell’Atalanta in campionato: un pareggio a Roma e 5 vittorie rispettivamente contro Lecce, Frosinone, Udinese, Lazio e Genoa. 16 sono i goal fatti e 3 subiti.

Mentre il Besiktas sta tentando di acquisire le prestazioni di Anton Miranchuk, ala sinistra o centrocampista offensivo della Lokomotiv Mosca, il gemello Aleksey, trequartista sinistro, impiegabile anche come ala destra o ala sinistra, non smette di segnare o far sognare, in Italia, con l’Atalanta, aprendo le marcature nella partita di oggi contro l’Udinese.

È un ottovolante, quello delle montagne bergamasche delle emozioni che fanno impazzire, del sentimento e dello stato d’animo. È l'ottovolante del cuore, della determinazione, dell'entusiasmo di persone che danno tutto per la maglia.

Assieme al Bologna, la Roma è una diretta concorrente per i posti in Europa, che sia per la Champions League o per l’Europa League. L’Atalanta proviene da una partita vinta per 3-1, quella contro il Sassuolo, di Coppa Italia, in cui Gasperini ha potuto concedersi il lusso di tenere in panchina e far entrare solo successivamente diversi giocatori come Scamacca, Muriel e Koopmeiners, che han

Sei lunghi giorni hanno separato Bologna – Atalanta, valida per la 17esima giornata di campionato di Serie A, dall’ultima partita giocata dalla Dea, al Gewiss Stadium, contro il Lecce. Uno scorrere di minuti che precede quell’atmosfera e quell’entusiasmo elettrizzanti e palpabili ogni volta che gioca la Dea, ogni volta che si va all’Atalanta. Stó piö ‘n de pèl!

Quest’anno il Bologna ha cambiato pelle e alle avversarie sono stati tolti la maggior parte dei punti di riferimento dello scorso campionato. Il Bologna è diventata una squadra imprevedibile che ricorda un po’ l’Atalanta della stagione 2020/21.

Il vantaggio iniziale della Salernitana mi aveva preoccupato, anche perché le azioni da goal per i campani non sono mancate, ma i due goal segnati da De Ketelaere all’83esimo e da Aleksey all’89esimo per il 4-1 finale per l’Atalanta hanno rappresentato un bel cuscinetto e confermano una consuetudine: la Dea segna il 25% dei suoi goal tra il 76esimo e il 90esimo.

L’Atalanta è arrivata in Polonia con la matematica certezza del primo posto nel Girone D di Europa League, senza 8 titolari (Lookman, De Roon, Ederson, Koopmeiners, Djimsiti, Ruggeri, Scalvini e Musso)  e con 10 giovani (De Nipoti, Mendicino, Ceresoli, Palestra, Del Lungo e Vismara dall’Under 23; Colombo, Manzoni e Bonanomi dalla Primavera), oltre a Bonfanti che è da tempo in prima squadr